CERCO L' ESTATE TUTTO L' ANNO .....E ALL' IMPROVVISO ECCOLA QUA!!

Cosi ' recitava una canzone di Celentano,.....ebbene; siamo serviti. Questa estate sarà quella dove gli effetti del cambiamento climatico, dopo molti avvisi inascoltati, ci metterà davanti alla seguente realtà: abbiamo già oltrepassato il limite di non ritorno .Sulle alpi, la neve è già sciolta, i grandi laghi sono al minimo storico, la temperatura stagionale segna un +2°C, la produzione di energia idroelettrica ferma per mancanza di forza motrice (l' acqua). Le colture asfittiche, l' intera produzione nazionale di riso, praticamente perduta. L' autorità del bacino del Po, ha richiesto il razionamento dell' erogazione dell' acqua in più di cento comuni! La pianura padana, che era considerata una terra tra le più ricche d' acqua d' Europa, è alle prese con la crisi idrica più preoccupante della sua storia. Tutto ciò causerà danni incalcolabili, per la nostra economia e per il nostro benessere. Abbiamo idea, cosa significa razionamento idrico per una popolazione di 20 milioni di persone?

Abbiamo idea di che significa desertificazione dell' unica area del nostro paese, dove era possibile praticare I' agricoltura intensiva? E ancora, ci rendiamo conto che senza acqua, e quindi senza il raffreddamento, gli impianti industriali e gli impianti idroelettrici sono paralizzati? Queste le cause e gli effetti, e quindi.......il nostro governo (sostenuto da una larghissima maggioranza) come si muove? Vediamo le proposte: nuove trivellazioni, ritorno al carbone, ( RITORNO AL CARBONE !!I ), il solito ritornello del nucleare da parte di chi ripete la solita solfa, dimenticando il risultato di ben due referendum, oltre al fatto che per realizzare nuovi impianti, dobbiamo fare riferimento alle " calende greche". Questi autentici geni, fanno finta di non sapere che il sistema più economico per produrre energia elettrica, allo stato attuale, è il solare. Inoltre invece di tentare, (inutilmente) di calmierare i prezzi dei carburanti, perché come sta facendo, per esempio la Germania non si punta a incentivare l'uso dei mezzi pubblici, rafforzandone la rete, con biglietti e abbonamenti super­ economici? Andiamo oltre: dai sondaggi, pare che la candidata più accreditata a ricoprire, in caso di elezioni politiche, il ruolo di primo ministro, sia la Sig.ra Giorgia Meloni, ebbene costei, sull' angosciante realtà sopra descritta, come si esprime? Presto detto: la "nostra" eroina si scaglia, tuonando, contro i fondamentalisti ecologisti, contro Greta Thumberg, contro quei ragazzi che hanno manifestato sul clima, sedendosi sul raccordo anulare della capitale, come se la colpa di questo sfacelo è di chi lo mette in luce e non di chi e cosa lo ha causato. Nei confronti di questi ultimi, nemmeno una sillaba! C'è da stare tranquilli sapendo di essere rappresentati da simile spessore politico! In verità è il modello di sviluppo basato sui combustibili fossili che ci ha condotto a questa rovina, e tacendoli si capisce quali interessi stanno a cuore della novella Robin Hood al contrario. Inoltre I' atteggiamento della maggior parte dei media non aiuta certamente ad aprire le menti dei cittadini, sulle responsabilità umane e della " religione" del profitto ad ogni costo, come causa del disastro. Il risultato sarà quello di un "popolo" che si tufferà spensierato in questa estate rovente, avvolto da quel che resta, di questo "benessere" ,dolciastro e velenoso, fino al risveglio improvviso e tragico, ed allora.........??


...lo spunto dagli articoli di Francesco Cancellato


10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Il Gal Magna Grecia, su impulso fortemente voluto dal suo vicepresidente e imprenditore ceramico Oronzo Patronelli, con il sostegno e la partecipazione dell'amministrazione comunale guidata dal sindac

Siamo sicuri che il vero problema sia "trovare" nuove fonti di energia ? Non sarà che, da anni, pur sapendo benissimo quali potrebbero essere le nuove fonti di energia, trall'altro molto meno inquina

Siamo alle solite! Fingendo di non ricordare in quale precipizio, causa la pandemia da virus covid-19, si sono ritrovate, la nostra economia, la sanità, il lavoro, che hanno ancora di più, acuito le d