Hai (anche) il Diritto di Rimanere in Silenzio

Aggiornamento: 29 gen

Cosa penso del Movimento NoGreenPass



Scrivo a mio nome questo breve e poco temperato pezzo d’opinione.


Sono passati la bellezza di 705 giorni dall’arrivo della pandemia in Italia e (forse) iniziamo finalmente a intravedere una via d'uscita.

Con poco meno di 3 milioni di persone attualmente positive possiamo comunque continuare a svolgere le attività di sempre, come incontrare i nostri cari o spostarci liberamente per studio e lavoro – ciò senza ravvisare l’ombra di nuove chiusure all’orizzonte.

Tutto ciò grazie alla vaccinazione.


I numeri della pandemia non sono buoni ma, a guardar bene grafici e dati, si comprende come adesso ci siano all’attivo quasi un terzo dei casi totali di covid registrati in Italia in 2 anni – eppure non c’è un numero di morti e ricoveri anche solo lontanamente

paragonabile a quello delle scorse ondate.


Per quanto la realtà sfugga sempre alle estreme semplificazioni (e questa lo è), a volte le cose si presentano in modo tale da essere davvero molto facili da capire. Ignorarle e ribaltarle, questo sì richiede uno sforzo notevole, che mi chiedo quanto valga la pena profondere in questa attività (e a che scopo).


Tornare a parlare di dittatura sanitaria alla luce di queste considerazioni sembra quanto mai inopportuno, il che emerge con ancor più evidenza in una giornata come questa – il Giorno della Memoria – che serve da monito per ricordare la miseria cui può giungere la condizione umana. Dopotutto, solo il benessere e le libertà contemporanee – e questo è facile dimenticarlo – sono l’eccezione nella storia dell’umanità; la nostra eccezione. La miseria nella storia non è mai mancata, solo che oggi non tocca noi. E si vede.


"Mancano solo i campi di concentramento, benvenuti nel nuovo nazismo."

- Frase (purtroppo) realmente pronunciata su questo blog in merito al Green Pass.


In questa lotta a difesa della propria opinione (anche a scapito della realtà), qui voglio esprimere la mia. Aprirò però la possibilità al dubbio perché, chiaramente, sarebbe un grave errore parlare per assoluti senza dare mai spazio all’ipotesi di essere in torto: chi oggi parlando di libertà violate pensa a un vaccino forse del concetto di libertà non ha capito un cazzo.


174 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Il Gal Magna Grecia, su impulso fortemente voluto dal suo vicepresidente e imprenditore ceramico Oronzo Patronelli, con il sostegno e la partecipazione dell'amministrazione comunale guidata dal sindac

Siamo sicuri che il vero problema sia "trovare" nuove fonti di energia ? Non sarà che, da anni, pur sapendo benissimo quali potrebbero essere le nuove fonti di energia, trall'altro molto meno inquina